Le cooperative, come ogni altra organizzazione, sono spesso chiamate ad affrontare dei percorsi di cambiamento non pianificati e non richiesti. Fra questi:
  • il cambiamento generazionale, che si verifica quando una "nuova generazione" di soci e/o amministratori subentra al gruppo precedente, talvolta costituito dagli stessi fondatori della società cooperativa o semplicemente ne entra a far parte;
  • il cambiamento "culturale" – obiettivi, modalità di lavoro e di gestione - che talvolta si impone quando esigenze di mercato o particolari richieste delle istituzioni committenti mettono in discussione le forme di gestione delle attività consolidatesi nel corso degli anni.
Passaggi di tale portata, se non accuratamente gestiti in tutte le loro implicazioni, possono generare difficoltà e conflitti assai profondi: antagonismo fra i portatori delle diverse posizioni; difficoltà nel continuare a riconoscersi nella cooperativa, nei suoi valori e nel suo operato da parte di alcuni soci; peggioramento del clima interno e della volontà e capacità di collaborare da parte dei membri delle equipe.
Gestire processi di cambiamento (generazionale o di altra natura) significa, fra le altre cose:
  • comprendere le conseguenze e le implicazioni che il cambiamento ha nella rappresentazione dei vari soggetti coinvolti;
  • gestire il processo di comunicazione e di condivisione del "nuovo";
  • riconoscere e governare le emozioni che tali processi comportano, prime fra tutte l'ansia e la paura;
  • introdurre il "nuovo" in modo che sia compatibile con la stabilità dell'intera struttura e non la metta in discussione.
L'insieme di questi processi, che non possono essere affrontati semplicemente facendo ricorso alle buone intenzioni, sarà oggetto del percorso formativo che ha la finalità di fornire capacità operative utilizzabili nella gestione dei passaggi descritti.

Destinatari: presidenti, amministratori e soci della cooperativa.

Temi trattati:
  • I processi di diagnosi nelle cooperative e l'individuazione dei bisogni di cambiamento
  • L'analisi del contesto: vincoli, risorse, interlocutori
  • Il processo di individuazione delle attese degli attori coinvolti (soci e collaboratori) e la condivisione dei risultati attesi
  • Investire sul cambiamento: presidiare le dimensioni che generano fiducia e credibilità
  • Definire e comunicazione gli obiettivi
  • Identificare il livello della condivisione sostenibile degli obiettivi

Docenti:
Il corso sarà condotto dal dr. Fausto Roggerone, psicologo del lavoro e delle organizzazioni

Durata: 32 ore

Per inviarci i tuoi fabbisogni clicca sul seguente link: http://irecoop.piemonte.it/formazione/analisi-fabbisogni-/166-fabbisogni-aziende.html 
Questo portale web utilizza cookie e tecnologie analoghe, proprie o di terze parti, al fine di garantirne il corretto funzionamento e ottimizzarne l'esperienza d'uso.
Cliccando su "OK" o continuando a navigare nel portale si accetta implicitamente l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni clicca su "Visualizza dettagli".
Se vuoi disabilitare l'utilizzo dei cookies accedi alla impostazioni del tuo browser, seguendo le indicazioni contenute in "Visualizza dettagli".