Piani formativi aziendali concordati Smart

Con l'Avviso 39 del 11/10/2017 Fon.Coop (Fondo paritetico interprofessionale nazionale per la formazione continua nelle imprese cooperative) finanzia piani formativi caratterizzati da un altissimo livello di cantierabilità che prevedono la realizzazione di percorsi formativi in aula o "a voucher" di immediata realizzazione.
I piani formativi sono rivolti a singoli lavoratori e devono risultare da un accordo sottoscritto fra il rappresentante legale dell'impresa, o un suo delegato, e RSU/RSA o Organizzazioni sindacali territoriali dei lavoratori.

Beneficiari: soci lavoratori/lavoratrici o lavoratori/lavoratrici (dipendenti a qualsiasi titolo, apprendisti, contratti a progetto) delle cooperative che abbiano i seguenti requisiti:

  • siano aderenti a Fon.Coop alla data di presentazione del piano o che abbiano espletato la procedura di adesione al Fondo tramite UNIEMENS e/o DMAG;
  • che siano in regola con il documento di regolarità contributiva DURC
  • che si impegnino a rimanere aderenti a Fon.Coop per il tempo di realizzazione e rendicontazione del piano formativo;
  • non siano beneficiarie di contributi a valere sull'Avviso 36 e Avviso 37 di Fon.Coop;
  • che non siano beneficiarie e che si impegnino a non presentare un piano a valere su "Conto Formativo saldo risorse 2015" con codice "C17A15..." e risorse 2016 con codice “C18A16…”;
  • che non si trovino in stato di fallimento, di liquidazione coatta amministrativa, di concordato preventivo, di amministrazione straordinaria (D.lgs. n. 270/1999), di amministrazione straordinaria speciale (L. n. 39/2004), di liquidazione per scioglimento volontario, o che non abbiano in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali condizioni;
  • che non sussistano a carico del legale rappresentante sentenze di condanna passata in giudicato per reati gravi in danno allo Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale, nonchè per reati di partecipazione a un'organizzazione criminale, associazione di tipo mafioso, corruzione, di frode e/o di riciclaggio.

Non possono essere destinatari dei piani i lavoratori in mobilità.

La singola impresa potrà essere beneficiaria di un solo piano a valere sui seguenti avvisi in alternativa: 39 Piani formativi concordati Smart e 38 Piani formativi concordati Standard.

Durata: i piani devono essere realizzati entro 4 mesi dalla data di inizio delle attività. Non è ammessa alcuna proroga dei termini. Le attività devono essere rendicontate entro 30 giorni dalla fine del piano.

Importo massimo finanziabile:
Ogni impresa può beneficiare di un contributo massimo di € 2.500.
Ciascun piano pluriaziendale può prevedere al massimo 3 imprese beneficiarie per un contributo massimo di € 7.500.

Modalità di presentazione: a "sportello con scadenza mensile" fissata nell'ultimo giorno feriale, fino all'esaurimento delle risorse disponibili, a partire dal 30/11/2017.

Accordi richiesti: Accordo sottoscritto fra la rappresentanza aziendale (e/o datoriale) e le organizzazioni sindacali territoriali dei lavoratori nel caso in cui non sia presenti le RSU/RSA. Della sottoscrizione dell'accordo con le organizzazioni territoriali si occuperà Confcooperative.

Azioni formative:
Sono ammissibili corsi di formazione in aula, formazione a distanza (FAD) on line, voucher individuali di formazione.
Per voucher si intende un buono che consente ad un singolo lavoratore dell'impresa beneficiaria del piano la partecipazione ad uno specifico percorso di formazione erogato da un organismo di formazione accreditato presso la Regione di competenza o presso altro organismo pubblico (Ministero dei Trasporti, Ministero di Grazia e Giustizia, Ministero della Salute, MIUR), o presso Fon.Coop o certificato UNI EN ISO 9001 settore EA 37 o che sia Università o Istituto di Ricerca. Non possono essere richiesti più di 3 voucher aventi ad oggetto lo stesso percorso formativo da realizzarsi contemporaneamente.

E' richiesto che per ciascuna attività formativa (ad eccezione dei voucher) siano previsti minimo 4 allievi e 2 ore di formazione.

Tempistiche per la presentazione: si richiede l'invio della scheda fabbisogni entro il 3 novembre 2017.

Modalità di partecipazione: le imprese dovranno preventivamente essere registrate al nuovo sistema informativo del Fondo, GIFCOOP secondo le procedure previste dal Regolamento pubblicato sul sito di Fon.coop.
I.Re.Coop Piemonte può supportarvi nelle fasi di registrazione.

COFINANZIAMENTO
In applicazione delle norme comunitarie per gli aiuti di stato, qualsiasi impresa privata che benefici di un’azione formativa rivolta ai propri addetti, è tenuta a garantire la compartecipazione alle spese.
Il Regolamento (CE) n. 651/2014 del 17/06/2014, introduce nuove quote di cofinanziamento sulla base della dimensione di impresa. La quota di cofinanziamento può essere interamente coperta dal costo del personale in formazione, ossia le ore di mancato lavoro a seguito della partecipazione alle ore d'aula vengono considerate quota di cofinanziamento.
Si può in alternativa optare per gli aiuti “de minimis” che non prevedono cofinanziamento. Verrà vagliata insieme alla singola cooperativa la tipologia di aiuto migliore.

La concessione dei contributi è inoltre subordinata alla interrogazione del Registro Nazionale degli aiuti e alla registrazione del contributo da parte di Foncoop ai sensi dell’art. 52 della L.234/2012 e s.m.i. e delle disposizioni attuative.

Questo portale web utilizza cookie e tecnologie analoghe, proprie o di terze parti, al fine di garantirne il corretto funzionamento e ottimizzarne l'esperienza d'uso.
Cliccando su "OK" o continuando a navigare nel portale si accetta implicitamente l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni clicca su "Visualizza dettagli".
Se vuoi disabilitare l'utilizzo dei cookies accedi alla impostazioni del tuo browser, seguendo le indicazioni contenute in "Visualizza dettagli".